Bollettino Polline
Rete Italiana AIA
Rete Italiana AAITO
Rete Europea MedAeroNet
Atlante dei pollini

Consigli per i Pazienti
Allergici ai pollini
Allergici agli acari
Allergici alle muffe
Allergie alimentari
Malattie Cutanee
In terapia con vaccini
Utilizzo aerosol in polvere
Utilizzo aerosol spray

A.S.M.A.R.A. onlus
Home Page
Statuto
Attività

Malattie Professionali
Clicca

Diagnostica
Prove allergiche
Spirometria
Microbiologia
Gas ematici
Gas espirati
Esame Espettorato
RAST: IgE Totali
PRIST: IgE Specifiche

Presidi Terapeutici
Aerosol Dosati
Cortisonici
Teofillina
Vaccini Antiallergici
Antitubercolari

Inquinanti e Ambiente
Fumo di Sigaretta
Bus a Metano
Medici per l'ambiente
SocietÓ Scientifiche
Abbigliamento anallergico
Spirometri
Servizi congressuali
Federasma
Riviste Scientifiche
Case Editrici
Redazione
Risorse del sito

FOTO E CONSIGLI PER I SOGGETTI ALLERGICI ALLE MUFFE
Le muffe sono microrganismi appartenenti al regno vegetale; durante il loro ciclo di vita producono spore di forma sferica e di dimissioni molto piccole (assai simili ai pollini) che si disperdono nell'aria durante il periodo di sporulazione (principalmente nella tarda Primavera e Autunno) e causano i sintomi dell'allergia.
Le muffe possono crescere sia all'interno che all'esterno delle abitazioni: all'interno si ritrovano su pareti e pavimenti umidi, su carta da parati, sul terriccio e le foglie di piante ornamentali, nei sistemi di condizionamento d'aria e negli umidificatori. Ricordiamo inoltre la loro possibile presenza su alimenti non adeguatamente conservati e su indumenti di lana, cotone o kapok. All'esterno delle abitazioni si ritrovano principalmente sul suolo e su vegetali in decomposizione: frutta, legno, foglie, ecc. Le muffe inoltre possono trovarsi in grande quantità in particolari ambienti di lavoro come caseifici, salumifici, cartiere, stalle, silos, magazzini, vivai e serre.
Tra le muffe più allergizzanti in Italia ricordiamo l'Alternaria e il Cladosporio.
Ricordate che la massima concentrazione di spore nell'aria si ha alla fine dell'Estate e all'inizio dell'Inverno.
Evitate di passeggiare nei boschi o più semplicemente di spazzare dai giardini foglie cadute da molto tempo, specialmente nel periodo critico.
Non soggiornate in ambienti abitati solo saltuariamente, le cantine, le stalle, le serre.
Areate frequentemente le stanze in cui si nota una crescita di muffe; e se necessario usare detergenti fungicidi come Lysoform.
Ricordate che carte da parati sono comunemente luogo di crescita di muffe.
Pulire spesso gli impianti di condizionamento d'aria.
Provvedere immediatamente ai seri casi di umidità.
Evitare la presenza di alimenti conservati a lungo o ammuffiti.
Non mangiare alimenti che contengono muffe come funghi, carne e pesce affumicati, conserve e frutta secca.
Alternaria
Alternaria
Alternaria
Alternaria
Alternaria
Cladosporio
Cladosporium
Cladosporio
Aspergillo
Aspergillo
Aspergillo
Aspergillo
Penicillo
Penicillo
Mucor
Rhizopus
Stemphylium
Stemphylium
Helminthosporio

Link Utili



Spore di Alternaria